sabato 6 agosto 2016

Un commento e una riflessione





 
            https://pixabay.com/en/friends-trust-friendship-together-1026520/



Nella vita si attraversano in continuazione tanti momenti diversi.
C'è quello del dolore, delle lacrime. Della solitudine.
C'è quello della gioia, della risata, della pace. Del relax.
Quello della solitudine e quello della compagnia e della convivialità.
Si mescolano così, in modo che a noi  pare quasi a casaccio, confuso, ma forse la vita ha il suo perchè. A noi sconosciuto magari o impensabile ma plausibile.
Questo lo sappiamo tutti, soprattutto coloro che hanno una certa esperienza di vita avendo superato l'età della adolescenza in cui tutto è solo o bianco o nero.
Senza mai colori intermedi.

Ma soprattutto questo concetto è stato reso bene da Massimiliano Riccardi in un suo commento a INSIEME RACCONTIAMO 11, commento apprezzato da chi lo ha letto e che, come potete vedere qui a fianco, ho scelto come

              Manifesto Ufficiale di INSIEME RACCONTIAMO.

E'  quel momento "rosa" di allegria e sorrisi in cui gli amici si ritrovano in piena convivialità a ridere, scherzare, chiacchierare del più e del meno, scambiarsi confidenze ma sempre semplicemente e senza spocchia.
E' un sano e  piacevole momento di scambio reciproco di pensieri anche intimi in cui a turno si parla (scrive) mentre gli altri ascoltano (leggono).

Poche regole: la lunghezza del testo/chiacchierata e la correttezza nei confronti di tutti gli altri.

Sulla correttezza nulla da eccepire.  E' massima! Il gruppo è sempre più omogeneo e ben affiatato e nessuno si può lamentare.

Sull'altro punto c'è stata un po' di allegra anarchia in questo ultimo periodo ma poco importa. E' estate! C'è ancor più voglia e necessità di svago e va bene così!

E comunque è come quell'incontro  tra amici, appuntamento alle venti ma c'è  il ritardatario che arriva alle 22. Che fai?Non gli apri la porta?
Ma certo che gliela apriamo! E' sempre un piacere vederlo arrivare anche se in ritardo. Gli offriamo anche bibita e pasticcini. E' sempre un amico, no?
E poi, non arriva mai a mani vuote.
Agli altri amici porta un dono prezioso. Una parte di sè, non solo come presenza fisica, ma soprattutto come disvelamento di una parte della sua intimità attraverso la fantasia, gli scritti, l'ironia  o la serietà.
E gli altri sono pronti ad accettarlo senza problemi col sorriso ma NON di condiscendenza e a contraccambiarlo con lo stesso dono.

Ecco! E' proprio questo lo spirito di INSIEME RACCONTIAMO e Massimiliano Riccardi lo ha spiegato benissimo nel suo commento/manifesto.
Nè vincitori nè vinti. Tutti  uguali.
Niente punteggi o classifiche.
Solo divertimento mettendo a disposizione degli altri quello che uno ha dentro.
Semplicemente. Senza obblighi di partecipazione continua nè di ostentazione di cultura.
Tutti uguali. Tutti insieme a confrontarsi divertendosi.

E' questo il bello!

SIETE IMMENSI!!!!!!!!!!!!!!!
Myrtilla





13 commenti:

  1. Cara Patrizia, un post che penso che tu sai la persona adatta ha spiegare, la tua sensibilità si distingue in tutto, attraverso il dolore ci si può aprire il cuore, spesso le lacrime sono quelle che scaricano quella tensione e che ti libera di un macigno che ti opprime.
    Ciao e buon fine settimana cara amica, con un abbraccio e un sorriso:)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie stella!
      Sei sempre presente e sempre carino!
      Un bacio enorme! Smack!

      Elimina
  2. Ancora una volta mi ritrovo a ringraziarti. Incomincio a diventare ripetitivo, sorry. Ovviamente mi rendi felice, mi rendi onore e di questo non posso che essere grato. Quello che ho scritto viene dalla "pancia", articolato come meglio potevo dopo lo smonto notte di una nottata lavorativa intensa: sonno mortale contrastato dall'adrenalina che non scende di livello.
    Devo però dire, questo per amore di giustizia, che il manifesto ideale è proprio quello che hai scritto tu in questo post. Si percepisce il cuore. Alla fine è quello che conta.
    Un bacio grande Pat. Grazie a tutti coloro che hanno voluto spendere belle parole per il sottoscritto, grazie, ma da buon paraculo ho solo sottolineato una cosa che era già in essere: la bellissima iniziativa di Patricia Moll. Le divertenti e divertite partecipazioni di TUTTI.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io scrivo di pancia, Max! E non lo controllo nè lo cambio. E' il mio modo di essere.
      Il cuore in questo gioco lo mettiamo tutti. Io che scrivo l'incipit, voi che partecipate coi vostri finali, che leggete i finali altrui, che commentate...
      E' questo essere partecipi tutti insieme ma non solo per se stessi anche per gli altri lettori che non sono visti come "rivali" ma come compagni di gioco il bello!
      E' quello che mi invoglia ad andare avanti.

      Da non paracula ti dico che la "bellissima iniziativa di Patricia Moll", nata su idea di Ivano Landi, prosegue solo perchè VOI CI SIETE!
      Bacio stella!

      Elimina
    2. Il bacio me lo prendo tutto. E lo conservo.

      Elimina
  3. Scusa è avanzato un cannolo? ?? Se non ve ne sono fallo mandare da Regina che è in loco! !! Ogni tanto mi perdo ....però sono stata tra le prime ad aderire . Il salto. ....con Anna Maria e Ivano. .. tempero la matita per la prossima e magari chissà che non completi le puntate che ho perso ma è ma volta letti bi finali degli altri mi sembra di appropriarmi delle loro idee. ...grazie di esistere Pat ....mi raccomando. ....cannoli! !!!♡♡ bacio

    RispondiElimina
  4. Giusi, i cannoli li chiediamo direttamente a Regina.
    Da buona piemontese io metto il cioccolato, i gianduiotti....
    Certo che sei stata una delle prime, me lo ricordo ;)

    Dico a te cosa ho detto a Poiana. Un post straordinario si può sempre fare:)

    RispondiElimina
  5. Grazie Patricia per questo appuntamento a cui è piacevole partecipare, ma anche solo guardare e leggere un po' in disparte.
    Brava!
    Ti abbraccio
    Francesca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a tutti voi che partecipate con entusiasmo!
      Bacio!

      Elimina
  6. O capitana mia capitana!
    L'allegra ciurma si allargata e continua a raccogliere nuovi amici, tanto che la barchetta di un'anno fa si è trasformata in un transatlantico. Non mi ci metto a disegnarlo come ho fatto all'inizio, siamo troppi poi come disegnatrice sono una vera frana, però resta un vero piacere essere con questa allegra brigata, conoscendo gente nuova, con cannoli e pasticcini, ma anche senza, basta un fuoco e tutti attorno a raccontarci storie che incantano e sorprendono.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Anna Maria, è vero! Tanti amici nuovi si sono uniti. Qualcuno si è perso per strada. Altri continuano a restare fedelissimi.
      Il risultato? Notevole direi! E non sai quanta soddisfazione!
      Un gruppo affiatato, che si diverte e gioca senza patemi d'animo. Che possiamo volere di più? Bacio!

      Elimina
  7. Prima o poi ricomincio anch'io a partecipare, promesso!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Romina, tu sai che la porta di questo salotto è sempre aperta e che un posto comodo sul divano è sempre a disposizione.
      Quando vuoi e soprattutto puoi venire, ti accogliamo tutti a braccia aperte. Non ti fare problemi :)
      Bacio!

      Elimina