martedì 8 novembre 2016

INSIEME RACCONTIAMO 14 EDIZIONE STRAORDINARIA

 
 
             INSIEME RACCONTIAMO 14 
 
              EDIZIONE STRAORDINARIA
 
 E' arrivata Poiana. Un po' in ritardo mai voi sapete che io non sono così severa :))
Poi, non vedo perchè dirle di no :D) Ad altri mica l'ho detto, quindi...
 
Ricordate il mio incipit?
 
 
Seduta ai margini del bosco sotto alla vecchia quercia spoglia rimuginava. Un peso le gravava sulla coscienza. Forse era giunta l’ora di liberarsene ma con chi parlarne? A chi rivolgersi? Chi avrebbe capito?
D’un tratto il tappeto di foglie ingiallite dall’autunno scricchiolò vicino a lei. Si voltò.
 
Ed ecco il suo finale!
(così la sua storia continua :) ) )
 
- Silver hawk? Cosa ci fa Lei qui? -
Il generale di Bosco diamante la osservava con i suoi occhi profondi, rivolgendole uno sguardo dolce e comprensivo.
- Ciao Comandante, disturbo? -
Lei fece un cenno di negazione con la testa, continuando a chiedersi per quale motivo la sentinella fosse lì. Notò un grosso livido sotto l'occhio sinistro, come se gli fosse stato dato un forte pugno. Lui si accorse che lo stava guardando e sorrise.
- È stato Falcorn. - rise - ritiene che sia stata colpa mia... per via del sidro, sai.  Mi ha detto che sei andata da lui furiosa, quasi come se volessi ucciderlo. -
- Mi sembra logico! È un infame! - rispose lei.
- Be' non voglio entrare nel merito dei fatti vostri, ma spero che tu non voglia davvero... -
Lei lo interruppe. - Non ho ancora deciso. Certamente suo fratello non mi sta aiutando, Signore! -
- Probabilmente ha paura di morire, avvicinandosi di nuovo a te... -
Risero entrambi.
Lui si sedette vicino a lei e la osservò porsi la mano sul ventre, mentre lo sguardo si perdeva in un punto lontano, oltre il folto degli alberi. Avrebbe voluto dirle che l'avrebbe aiutata, di non fare scelte sconsiderate, che avrebbero trovato una soluzione. Avrebbe voluto dirle "sono qui, se credi di averne bisogno" ma nessun suono uscì dalla sua bocca. Lei gli sorrise dolcemente, come se avesse compreso e poi scostò lo sguardo, riprendendo a guardare davanti a sé. Improvvisamente era tornata ai suoi pensieri e lui le rimase vicino in silenzio, senza disturbarla, ma solo con il desiderio di farle sentire la sua presenza.
 
Baci a tutti!
Myrtilla
 
ps Scusate la velocità ma oggi, tutto storto come di consueto.
A ri baci! 

8 commenti:

  1. Cara Patrizia, credo che tu abbia creato, qualcosa di veramente nuovo, e che porterà la curiosità di tanti altri per leggere questi post che diventano sempre più importanti!!!
    Ciao e buona serata con un abbraccio e un sorriso:) sorridere fa bene!
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh,sì,caro Tomaso. Chi mi aveva lanciato l'idea mi ha fatto proprio un bel regalo

      Elimina
  2. Addirittura un post tutto per me! Ma grazie cara, non me lo aspettavo 😍
    Per il prossimo spero di arrivare puntuale.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I figliolo prodighi van trattati bene 😆😆😆
      Ma non scherzare! È il minimo. Domani se mi ricordo lo aggiungo al finale del primo novembre. Oggi me ne sono dimenticata.... ops

      Elimina
    2. Ahahahahahahah tranquilla, con tanti pensieri qualcuno sfugge per forza.
      Buonanotte 😘

      Elimina
    3. Eh,no! devo ricordarmi di farlo... la testa.. qualcuno ha visto la mia testa?????
      Buon pomeriggio

      Elimina
  3. Bene, è arrivata anche Poiana per questa edizione 14! Il suo ritardo sarà senz'altro dovuto a venti avversi, contro cui ha volato comunque con vigore. :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Più che ai venti è dovuto ai fucili della stagione venatoria che mi hanno tenuta impegnata con le operazioni di controllo. Conciliare tutto è un'impresa...

      Elimina