venerdì 20 gennaio 2017

INSIEME RACCONTIAMO 17

    INSIEME RACCONTIAMO 17


#fare blogging   #insiemeraccontiamo   #racconti



E siam giunti al 20 gennaio e alla nuova puntata del giochetto mensile.
Sperando che nessuno di voi sia superstizioso perchè questo è il numero 17!!!!!!!!!

Io sono convinta che il 17 non porti male anzi, penso che questa puntata inizia sotto un buon auspicio. Quale? Il suggerimento di Cristina M. Cavaliere in un commento a questo mio POST
in cui apprezza la foto allegata e in cui suggerisce che....

Quella foto potrebbe essere uno spunto per un "Insieme raccontiamo"... sembra un quadro!

Ecco perchè!!! 😅😅😅

Potevo non prenderla in parola? Ho trovato l'idea geniale ed ho subito pensato ad un incipit.
Così, foto e subito sotto il mio incipit.

Ah... non sto lì a ricordarvi le regole che questo messe tornano in vigore eh....
Anzi, quasi quasi le scrivo una volta per tutte nella pagina statica, ok? 

Ma via col gioco!!!


 

Il mio incipit

Era l’alba. Gli piaceva scendere in spiaggia a quell’ora. In giro non c’era ancora nessuno perché i vacanzieri erano andati a dormire da poco.

Il silenzio interrotto solo dalla voce del mare lo rasserenava.

Girovagando, aveva oltrepassato il promontorio. In una piccola baia seminascosta l’aveva trovata....





E ora, a voi, fanciulli! Inventate! Forza!!!

Myrtilla

 

88 commenti:

  1. Sì, la foto è decisamente suggestiva. Vediamo cosa mi inventerò questa volta.
    Buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusate e scusa il ritardo ma qui sono di nuovo giorni pesanti :(
      Inventa inventa... :) sei bravissima!

      Buon pomeriggio a te

      Elimina
  2. bello lo scritto ...come al solito scrivi/crei delle meraviglie con le parole
    serena giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Tissi, grazie infinite!
      Spero che anche il mio finale ti piaccia così qunado lo pubbliccherò

      Elimina
  3. Ma che brave che siete, tutti i vostri racconti sono spesso interessanti cara Patrizia.
    Ciao e buona giornata cara amica con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Tomaso.
      Sì, siamo una bellissima squadra!
      Bacio!

      Elimina
  4. Bè, se manco pure questo mese vado in punizione, all'angolo faccia al muro... ahahahahahahah... Il 17 mi piace! è il mio numero preferito ;))

    Mi sei tanto mancata Patty! :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una volta le maestre mettevano in ginocchio sui ceci... ahahhaahhah
      Va beh.. quelli te li abbuono ahahhahahahahah

      Anche tu, stella! E non solo a me!

      Elimina
  5. questo giro mi impegno e non lo perdo, giuro!
    batosta dopo batosta sto risalendo ed eccomi qui

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao stella cosa è successo??????
      Noi ti accogliamo sempre a bracccia aperte, lo sai, vero?
      Bacio!

      Elimina
  6. Visto che non c'è la parola "Natale" penso che a questo punto rientrerò nei ranghi dei partecipanti ;D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora per il numero di dicembre 2017 in onore tuo prepareroò un incipit con il NON Natale! ahhaahhahaha

      Elimina
    2. Come il buon non-compleanno di Alice nel Paese delle Meraviglie! ;-)

      Elimina
    3. AHHAHAHAHHAHAH proprio così Cristina!

      Elimina
  7. Stavolta mi sa che devo proprio partecipare... mi conviene darmi da fare sul serio! ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perchè? Ti senti tirata in causa?????? AHAHHAHAHAHA
      Non fare come quelli di San Damiano che tirano la pietra e nascondono la mano.... ahahhhaha
      San Damiano è un paese dell'astigiano e il proverbio... vecchio come Noè!

      Elimina
    2. Ahahahah! Mi diverto sempre un sacco con te, Pat! XD

      Ascolta, ho solo un dubbio: ma il brano dev'essere per forza legato alla foto? Prima mi è venuta in mente un'idea collegata, ma l'ho subito appallottolata e gettata nel cestino perché non funziona.

      Elimina
    3. Diciamo di sì però tu sei in grado di gestire la faccenda benissimo e dalla foto saltare chissà dove :)
      Magari partendo dalla foto arrivi.. dove????

      Elimina
    4. Anche io ho avuto lo stesso dubbio di Cristina anche se non l'ho espletato. Se le cose stanno così, allora il gioco diventa doppiamente difficile. Accetto la sfida, vediamo cosa ne esce.

      Elimina
    5. Beh... visto che la foto è stata in un certo qual senso proposta proprio da Cristina con la frase che ho messo in rosso nel post mi sembra giusto Però... però come ho detto a lei siete tutti bravissimi e partendo da quella foto potete "divagare". :)

      Sinforosa e Ofelia non lo hanno fatto, io nel mio finale neppure, però.... :)

      Elimina
    6. Fatto! Domani pubblico :-)

      Elimina
    7. Ti piacciono le sfide eh? ahhahaaha
      Perfetto! Sono proprio curiosa!

      Elimina
    8. Forse è proprio il contrario. La foto è ulteriore spunto di riflessione e suscita una certa inventiva.

      Elimina
    9. E ne sarà felice anche Cristina che ha lanciato l'idea della foto 😊

      Elimina
    10. Io sono della stessa idea di Luz... la foto può essere un punto di arrivo e non di partenza, o essere un'idea contenuta nel post. Insomma, Patricia, come hai capito siamo scolari parecchio indisciplinati! :-)

      Elimina
    11. Sarò maestra inflessibile! Come sempre 😅😅😅😅
      Te l'ho scritto che di principio l'idea è quella ma che siete tutti più che in gamba da gestirvela bene.
      Prometto che non mordo! 😆😆😆😆

      Elimina
    12. Buongiorno, signora maestra,

      eccomi a consegnarle il compito. L'ho inserito nel seguente link: http://ilmanoscrittodelcavaliere.blogspot.it/2017/01/insieme-raccontiamo-17-nearer-my-god-to.html

      So che sono un po' in ritardo e la campanella è quasi suonata, ma ho preferito rileggerlo bene. Infatti so che è molto severa con noi scolari. La prego, non mi metta un brutto voto! ;-)

      Elimina
    13. Snif snif snif... sento odr di presa per i fondelli... ahahahahahahhaahhahaha
      Non sei in ritardo, bambina. Oggi è solo il 27 mica il 30.. eh...eh...
      Grazie stella! Vengo subito a leggere!

      Elimina
  8. Mmh, ho sentito arrivare uno scappellotto virtuale 😉

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Solo se mi prometti di sederti o lasciarmi prendere la scaletta... come ci arrivo altrimenti lassù????? ahahahahha

      Elimina
  9. Ciao Pat, ti lascio il link dove chi vuole potrà leggere il mio racconto.

    https://ofeliapride.blogspot.it/2017/01/insieme-raccontiamo-17.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Wow!!!!
      Grazie Ofelia, arrivo subitissimo!!!!
      Bacio

      Elimina
    2. Appena letto... bellissimo! Anch'io mi imbarco!!!!!

      Elimina
    3. E' piaciuto molto anche a me!

      Elimina
    4. Sempre detto che siete grandi!

      Elimina
  10. Come sempre gran bell'incipit.
    Alla chiamata rispondo sì!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E io ti aspetto! Anzi... noi ti aspettiamo!

      Elimina
    2. Io ho pubblicato ma non avevo capito che dovevo legare alla foto.
      Che si fa?
      Non posso cancellare più...

      Elimina
    3. Tranquilla! Non succede niente. Al limite.... non vinci, come tutti 😆😆😆😆😆
      Letto il tuo finale. Quanto amore devi provare per il mare! Amico, innamorato... con carezze e abbracci consola e dà sollievo.
      Bellissimo!

      Elimina
    4. Ho molto apprezzato anche questo finale. Questo mese promette bene :-)

      Elimina
    5. Ma grazie!!!
      Sì concordo con voi, ora vado a leggermi tutti quelli che mi mancano!

      Elimina
  11. ... era proprio lei, tale e quale all'immagine di quel libro di fiabe della sua infanzia. La fiaba di quel pirata che aveva fatto naufragio sull'isola deserta, la fiaba che gli raccontava tutte le sere la sua mamma. Un brivido gli corse lungo la schiena.
    S'avvicinò cauto, come davanti a una reliquia. La osservò e contemplò da ogni angolatura, sapeva benissimo che quella carcassa di nave aveva in sé ben altra tragica storia, ma lui si sforzò di guardarla e vederla come la carcassa fantastica di quella sua infanzia finita troppo in fretta; sì, perché su una nave simile, diciannove anni prima, erano morti i suoi genitori, scappati, insieme a lui, dalla guerra e dalla fame.

    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grande Sinforosa!
      Con questo finale parli del mondo di tanti anni fa quando i nostri avi partivano per la "Merica" in cerca di fortuna e per togliersi la fame e del mondo attuale quando sono altri che tentano la stessa sorte.
      Grazie stella!

      Elimina
  12. Eccomi, Patricia, come promesso. Chi vuole può leggere il mio contributo a questo link:
    http://ivanolandi.blogspot.it/2017/01/insieme-raccontiamo-17-omaggio.html
    Grazie per lo spazio e l'incipit!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Curiosissima!!!!
      Arrivo subito e grazie a voi tutti per la partecipazione!

      Elimina
    2. E bravo Ivano! Colpo di scena finale!
      Tu ti sei basato su tue letture, io ho trsformato in racconto un fatto realmente accaduto nella famiglia di mio marito tanti e tanti anni fa.

      Elimina
  13. Dopo avervi letto tanto, stavolta partecipo anch'io
    http://dolcezzedimamma.blogspot.it/2017/01/di-insieme-raccontiamo-17-la-bottiglia.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusa se faccio le cose a rate oggi ma purtroppo è così e domani sarà peggio.
      Mi è piaciuto veramente molto il tuo finale e spero di ritrovarti con noi ancora. Sei bravissima!
      Ciao e grazie 😚

      Elimina
  14. Ciao Patricia, grazie per il tuo avviso!
    Ti lascio il link del mio post :-)
    Un abbraccio, Francesca.

    https://francescavanniautrice.blogspot.it/2017/01/insieme-raccontiamo-17.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche tu, che bello!
      Vengo subito a leggere e poi appena riesco aggiorno il riepilogo per il primo di febraio.
      Bacio

      Elimina
  15. Ma lo sai oh mia gemella che mi riconosco nel fare le cose a rate e comunque sia l'importante alla fine è farle !

    Il mio finale lo conosci già e te lo ripropongo qui per il riepilogo.

    La rughetta di mare! Lessata e saltata in padella sarebbe stata un contorno ideale per la cena del plenilunio, la raccolse e si diresse soddisfatto verso casa, doveva ancora preparare tutto. Le ore passarono velocemente e senza quasi accorgersene si ritrovò al cospetto del sole che lasciava il posto alla luna, sapeva che Selene stava per arrivare e cercava di immaginare lo stupore del suo viso nel vedere incastonata tra le sculture del giardino la barca su cui si erano incontrati la prima volta, l'aveva fatta restaurare lasciando in bella vista i segni del tempo, un cancello ricavato dal taglio verticale dello scafo permetteva di salire a bordo senza alcuna difficoltà, l'interno era pieno di cuscini colorati che circondavano due sedie e il tavolo apparecchiato, la fiamma delle lanterne in ferro battuto poste lungo la frisata vibrava sospinta dal vento e insieme al sottofondo sonoro del Mediterraneo contribuiva a rendere l'atmosfera idilliaca, non una nuvola copriva il cielo e la luce argentea iniziava ad avvolgere quell'angolo di sogno, era il momento giusto, prese l'antica polena lignea che 23 anni prima, imbrattata tra alghe e conchiglie, aveva trovato dentro la barca arenata sulla spiaggia e la pose su una delle sedie, lui si sedette sull'altra e aspettò che la magia si compisse, non ci volle molto, il legno si fece carne e Selene gli comparve davanti agli occhi con i suoi splendidi capelli neri che contrastavano il candore della pelle. Stappò una bottiglia di spumante e riempì a metà due calici, uno lo offrì alla sua compagna e insieme li fecero tintinnare per brindare al loro anniversario. Selene si alzò, calpestò a piedi nudi i cuscini e percorse con la mano tutta la frisata, si sedette poi sulle ginocchia del suo capitano e gli disse: " Sarà un viaggio perfetto! "


    Adesso vado a leggermi il tuo post su Babbo Natale, ciao bella, bacio !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Succede quando si fanno troppe cose insieme 😆😆😆
      Te lo scrivonanche qui Sciarada. Bellissimo! Una bella favola d'amore. Tutto si ottiene ma bisogna saper attendere il momento giusto soprattutto in amore

      Elimina
  16. Ciao Patricia, lo sai che se posso non riesco a rinunciare al tuo gioco.
    Ho pubblicato nel mio blog
    sevuoiunavitadasognodormi.blogspot.it/2017/01/insieme-raccontiamo-17.html
    Un bacione :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Arrivo subito a leggere!
      Scusa il ritardo ma ieri non sono nemmeno riuscita a collegarmi :(

      Elimina
    2. Non preoccuparti, so che non ti perdi nulla. Ci sono giorni che richiedono la nostra presenza e non è neanche umano essere eternamente collegati.
      Un abbraccio.

      Elimina
    3. Vero ma se non ci foste voi tutti a rendermi piu lieve la giornata....🤐 😙😙

      Elimina
  17. Si stanno aggiungendo troppi racconti. Mi sa che a questo punto aspetto il riepilogo per leggere quelli che mi mancano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione Ivano, mi sa che anch'io passo con calma, questo incipit ha colpito la fantasia di parecchi e di materiale ce n'è un bel po'.
      Ora sarà meglio che spenga il computer, altrimenti questa sera salto le letture che mi attendono.

      Elimina
    2. Siete grandi! Sempre detto io! :)

      Elimina
  18. Pat, ti lascio il contributo di Enzo Iacoponi. Lo ha scritto da me e io lo copio qui:
    Per quel che possa valere eccoti il mio brevissimo contributo.

    "...aveva trovato il tesoro che affiorava appena dalla sabbia: una conchiglia. Ma non era affatto una conchiglia speciale, di quelle per intenderci che certi molluschi abbandonano non si sa come né perché, fatta come un cono rovesciato e geometricamente carico di minuscoli rostri. Niente affatto, Si trattava di una comunissima conchiglia, di un anonimo colore grigiastro, coi bordi frastagliati come se il tempo fosse trascorso strappandole lembi e pezzettini, come se cento piedi nudi l'avessero calpestata.
    Cosa aveva quindi di tanto importante da fargliela considerare un miracolo?
    Era tale e quale ad una conchiglia che aveva trovato tantissimi anni prima, un'eternità a pensarci bene, mentre camminava nella sabbia a piedi nudi come adesso. E non era solo. Guardò verso la linea dell'orizzonte. Una nave da carico si apprestava a scendere oltre ed a scomparire. Nell'azzurro terso del cielo vide l'azzurro intenso degli occhi di Rosalba.
    Era lei insieme a lui quella mattina di luglio di un'infinità di anni prima: la mattina della conchiglia.
    L'aveva vista spuntare appena appena dalla sabbia. Una conchiglietta da nulla, come milioni di anonime conchigliette. L'aveva raccolta e non sapeva ancora perché. Aveva le mani piene di cose, vestiti suoi, vestiti di lei, libri suoi, libri di lei. Ah già, stavano preparando insieme l'esame di maturità. Enzo e Rosalba, insieme fin dall'asilo d'infanzia e mai un pensiero che non fosse leggero, scherzoso o amichevole, mi niente di più.
    E quella conchiglia adesso dove la metteva con tante cose che riempivano le sue mani.
    In bocca. Ecco, in bocca, mezza dentro e mezza fuori.
    Ma l'aveva sistemata male e rischiava di cadere.
    Disse alla ragazza tra i denti: "Acchiappala ché mi cade".
    E lei l'aveva presa, coi denti, chissà forse per emulazione pensò lui. Ma lei passò la conchiglia dentro la bocca e lasciò al suo posto le sue labbra.
    Il primo bacio della vita di lui.
    E di lei."

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per me bellissimo, bravissimo.
      Brividi belli per questo attimo da "primo amore".

      Elimina
    2. Bello davvero. La magia dei primi baci, resta indelebili nella memoria. Questo racconto dà la giusta suggestione dell'attimo della casualità e della sorpresa.

      Elimina
    3. E bravo Vincenzo!!!!!
      Grazie a lui e a te Mariella per avermelo passato!

      Certo che Vincenzo è un birbante!!!! ahhahahaha chissà cosa nasconde dietro ai suoi racconti!

      Elimina
  19. Ecco anche il mio mini racconto:
    http://trentunodicembre.blogspot.it/2017/01/insieme-raccontiamo-17_26.html

    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marina, grazie intanto.
      Adesso vengo subito a curiosare 😊

      Elimina
    2. Bellissima storia Marina! Ma realtà o storia? Struggente, davvero struggente

      Elimina
  20. Ciao Patricia!! Questo mese abbiamo voluto tentare anche noi, ecco il link del nostro breve finale : http://pyrosepatch.blogspot.it/2017/01/insieme-raccontiamo-17-by-patricia-two.html , è la prima volta che partecipiamo..., ci fa piacere metterci in gioco..., Grazie per l'incipit!! Un abbraccio!!
    Davide e Carmela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho già letto e commentato! 😊😊😊😊
      Grazie mille. Siete stati bravissimi e..c'è pure la sorpresa nel vostro finale 😆
      È un vero piacere avervi nel gruppo, ragazzi! Benvenuti e grazie!

      Elimina
    2. Grazie Patricia!! È stato divertente lavorarci su..., ci riserviamo, col tempo, di postare sui precedenti IR. Grazie per averci accolti!! Un saluto a te e al Gruppo!!
      Davide e Carmela

      Elimina
    3. E perchè non avremmo dovuto accogliervi??? La porta è aperta a tutti e c'è sempre posto sul divano... :) :) :)
      Quando volete e se riuscite a srivere anche gli altri finali sarò ben contenta di preparare un'edizione straordinaria anche per voi.
      Vi aspettiamo! Un abbraccio ragazzi!

      Elimina
  21. Ecco il mio finale da lupo di mare :D
    https://marinathinkcreative.blogspot.it/2017/01/insieme-raccontiamo-n-17.html

    Notte Pat!
    Marina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mamma mia Marina!!!!! Ma di notte dormi, non pensare a me! ahhahahahaha Lo so che mi ami ma così tanto non pensavo :D)
      Grrazie stella. Arrivo subitissimo!

      Elimina
  22. Buongiornooooo Patty! Ecco il link del mio finale:

    http://diariodiunadonnasenzaimportanza.blogspot.it/2017/01/insieme-raccontiamo-17-by-myrtillas_27.html

    Ti bacio e ti stritolo di abbracci! Leggerò tutti non appena stilerai il riepilogo. Una buona giornataaaaaa!!!! :****

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh, bentornata!!!!
      Arrivo subito subito!
      Bacio stella!!!!!!!

      ps piano stella con gli stritolamenti... vecchia sono!!! prrrr

      Elimina
  23. Cara Pat... ce l'ho fatta!!! ^_^

    http://lanostralibreria.blogspot.it/2017/01/insieme-raccontiamo-gennaio-2017.html

    Buona domenica pomeriggio e un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao stella, grazie!
      Già letto, commentato e ti ho pure bonariamente tirato le orecchie. Ma come non vuoi scrivere? Sei bravissima!
      I profumi che hai descritto li quasi annusati!
      Bacio,

      Elimina
  24. Cazzarolaaaaa, ultimo giorno utile ma ci sono. Patriii sorry, scusa, pardon, scia me scusi. Ecco il link: http://massimilianoriccardi.blogspot.it/2017/01/insieme-raccontiamo-17.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma cossa ghe possu fa... mi sa che ti devo sopportare osì come sei! ahhahhahahahahahahaha
      Ma belin.. non scrivo nemmeno il piemontese figurati e mi metto a scrivere in genovese... ahahhahhahaahahahh
      Aggiorno aggiorno aggiorno prima che tu scappi!
      :*)

      Elimina
  25. Le Comari, che sono sempre un tantino in ritardo, chiedono all'unanimità se la scadenza è oggi (30 gennaio) oppure domani (31 gennaio).
    Attendiamo ansiose risposta.

    Barbara e Fede

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarebbe oggi ma posso anche credere che domani ne abbiamo ancora 30 😆😆😆😆😉

      Elimina
    2. Ma sì Patri, condona dai. Quanti ne abbiamo oggi? Treeeeeentaaaaa 😊😊😊😊

      Elimina
    3. Troppo buona sono!!!!! ahhahhahaahhaahahahahh

      Vietato chiedere al marito| prrrr

      Elimina
    4. Sì, sicuramente sei troppo buona, però nonostante questo mi sa che stavolta passo proprio.
      Non sono riuscita neppure oggi a trovare il tempo da dedicarti, Par, mi spiace un sacco accidenti.
      Mi sono infognata a casa con un mega lavoro e il tempo per il pc si ė ridotto drasticamente.
      Alla prossima!

      Elimina
    5. Squittix... nemmeno con la bacchetta magica? 😊😊😊
      Non farti problemi. Tu sai che qui la porta non è mai chiusa. Basta entrare eil posto sul divano si trova.
      A quando puoi!
      Anch'io ho fatto poco per ispirazioni e in genere sul web...
      Presente Mina che cantava parole parole parole? Io posso cantare casini casini casini...
      Ciaooooo

      Elimina
    6. Ci provo, Pat, lo sia quanto ci tengo a partecipare!!!
      Vedo se recupero in giornata, ma non prometto nulla.

      Elimina
    7. Lo so Fede ma si fa sempre come si può.. tranquilla!

      Elimina