martedì 20 giugno 2017

INSIEME RACCONTIAMO 22

     INSIEME RACCONTIAMO 22

#insiemeraccontiamo
#racconti
#fareblogging






Eccoci al 20 del mese e alla puntata numero 22
di INSIEME RACCONTIAMO

Non sto lì a riscrivervi tutte le regole pechè ormai credo che le sappiate a memoria. Nella pagina statica in alto comunque sono elencate. Poi, fa caldo... non fatemi lavorare troppo ahahahahha ahahhahahahahahahaah

Ricordatevi che scade il 30 giugno.
Non arrivate tardi! E se arrivate tardi.... va bene lo stesso! :) 
Ah, ricordate di basarvi anche sulla foto che metto io qua sotto per il vostro finale.



https://pixabay.com/en/close-up-code-coding-computer-2178341/

Eccovi il mio incipit 

Si sedette sul divano col personal sulle ginocchia.
Finalmente un po' di pace. Nessuno tra i piedi, silenzio, la coca fresca accanto e..... pace, appunto!
Però qualcosa non andava. Lo schermo del pc pareva  vivere di vita propria. Prima  di uno strano colore rossastro, ora era pieno di stringhe di codice che continuavano a scorrerle davanti agli occhi senza fermarsi. E non lo aveva ancora acceso.
Improvvisamente, parole di senso compiuto comparvero in mezzo alle stringhe insieme ad un brontolio strano che parve uscire dallo schermo. Parole incomprensibili..… come se fossero in un’altra lingua.
Si avvicinò al monitor per leggere ed ascoltare meglio e…..



E ora tocca a voi!
Inventate, create, date sfogo alla vostra fantasia. Siamo tutti curiosi! :)
Myrtilla

52 commenti:

  1. ... venne risucchiato all' interno del monitor, cominciò a precipitare in un fondo senza fondo e si ritrovò in un mondo parallelo. Dopo un attimo di panico, si accorse di avere un mare di nuove opportunità. Sorrise e cominciò a guardarsi intorno...
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Wow, Sinforosa!!!! Più veloce di Superman! :)
      Da ottimista, ti guardi intorno e scopri che forse forse il "viaggio" offre possibilità nuove.
      Un finale pieno di speranza!
      Brava! Bacio e grazie

      Elimina
  2. "È la tua ultima occasione" risuonò la voce di Morpheus. "Se rinunci non ne avrai altre. Pillola azzurra, fine della storia: domani ti sveglierai in camera tua, e crederai a quello che vorrai. Pillola rossa, resti nel paese delle meraviglie, e vedrai quant'è profonda la tana del Bianconiglio".
    Rimase confusa, disorientata. Improvvisamente risuonò una seconda voce:
    "Mamma! MAMMA!!"
    Aprì gli occhi. Suo figlio la guardava con aria di scherzoso rimprovero. "Mamma, ti pare bello addormentarti sul divano alle dieci di mattina?"
    "Ieri sera sono andata a dormire tardi" si giustificò la donna. "Ho visto la replica in seconda serata di quel film che una volta mi hai fatto vedere tu... 'Matrix'... Davvero bello quel film, molto... coinvolgente!"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahahhahahahahaah il potere della suggestione!
      Bel finale, Ariano. La tua verve e la tua ironia hanno colpito :)
      Mi piace!

      ps vedi però che faccio bene io a non guardare la tivù????? ahahahahha

      Elimina
  3. Disse. "Mannaggia un altro virus, ma cosa aspetto ad abbandonare Windows e prendermi un bel mac? :-)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ih,... sti virus rompicocomeri!
      Io ho risolto con ubuntu! ;)
      Stringato ma d'effetto il tuo finale. E reale!
      Grazie e ciao

      Elimina
  4. Cara Patrizia, come tu sai io vi seguo solo e vi ringrazio dei vostri bellissimi post.
    Ciao e buona giornata con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma sei sempre presente, stella! Grazie!
      Bacio!

      Elimina
  5. ...un messaggio dall'aldilà era l'unica cosa che non si aspettava. "Ti voglio bene - Mi dispiace non essere vicino a te ora ma ci sono sempre e ti guardo da lontano - prega per me e fallo anche per te" ... Nessuna paura, solo calde lacrime che solcano il mio viso.
    "TI VOGLIO BENE MAMMA, GRAZIE"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tesoro... ho la pelle d'oca!
      Bravissima! Un finale da brividi e commovente!
      Bacio e grazie!

      Elimina
  6. Bene, leggerò tutti i finali!
    Un grande abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il primo luglio saranno pubblicati.
      Se invece vuoi lanciarti anche tu nell'impresa... :) ) :)
      Bacio Sugar!

      Elimina
  7. No va beh, le regole ormai le abbiamo tatuate addosso :-)
    Scrivo, pubblico e come sempre ti invio nel commento il link.
    Baci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E menomale che non siete scolaretti distratti altrimenti vi metterei in castigo dietro la lavagna, ahahahahahahhaha
      Ti aspetto allora!
      BAcio!

      Elimina
  8. .......
    Jussuf lesse di nuovo, e di nuovo, e ancora una volta.
    Rimase un attimo perplesso, lui che era un uomo mite da sempre.
    "Questo è un ordine del profeta, mandato solo a me, proprio a me."
    Si alzò, andò in cucina e prese il più lungo e tagliente dei suoi coltelli.
    Lo impugnò per il manico nascondendo la lunga lama dentro la manica della giacca. Attraversò la strada, entrò nell'edificio di fronte, una Chiesa cristiana, la percorse in lungo ed entrò in sacrestia.
    Don Paolo lo accolse con un sorriso.
    "Hai bisogno di me, Jussuf?"
    "Si, proprio tu mi servi"
    Jussuf lo colpì alla gola con una mossa veloce.
    Don Paolo cadde, ma era ancora in piedi quando morì.
    Jussuf tornò indietro veloce. Lavò il coltello ben bene e lo ripoe al suo posto.
    Sedette di nuovo davanti allo schermo del computer.
    Era diventato tutto blu.
    Jussuf cliccò per l'avvio e comparve una finestra.
    "Ci scusiamo per l'interruzione dovuta ad un guasto tecnico"
    "Jarrah!" urlò con quanto fiato aveva in gola. "Ormai l'ho ammazzato e non mi rompere i coglioni col tuo guasto tecnico. Quello era un ordine del profeta".
    Bevve un sorso di coca e cominciò a digitare velocemente.
    Jussuf era un uomo mite ed obbediente.

    Questo è il mio finale se non lo avessi capito, ahahah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mannaggia a te!!!! Ti avevo appena scritto che sei dolce! ahahhaahhahahahaahh
      Bel finale! Attualissimo, purtroppo. La paura c'è come ci sono persone che si lasciano fortemente influenzare.
      Bravo Vinc!

      Elimina
  9. Il computer cominciò a cantare "tanti auguri a te" con una voce molto metallica.
    Laura rise divertita, poi prese il celulare e cercò il nome del suo ragazzo in rubrica.
    -Piaciuta la sorpresa?- chiese lui al primo squillo.
    -Sai che adesso dovrai venire a casa e sistemarmi il pc, vero?-
    -Arrivo subito!-

    Evvai, questo mese ce l'ho fatta!!!!!!
    Un abbraccio, Olivia :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bello questo! 😊
      E... il fortunato 😍?
      Bacio Olivia!

      Elimina
  10. Incipit interessante. Se e quando riemergo dal consueto gorgo di post in elaborazione, a cui si è pure aggiunta adesso una lunga intervista imprevista (ah, la fama!) lo prendo in considerazione.
    Buona serata, Patricia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, quando uno si chiama Ivano, giustamente... 😊😊😊
      Scherzi a parte, tu sai che non sono poi troppo fiscale sulla scadenza. Poi, arrivassi ben in ritardo, come potrei esserlo con una pietra miliare come te del giochetto?
      🤐
      Ciaoooo

      Elimina
  11. Ma dove ti escono, ma belin 😊😊😊 Ci sarà da divertirsi, questo incipit si presta a sfumature di varia natura. Vedremo. Patriiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii hahahahaha

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Me le sogno di notte invece di dormire ahahaahhahahaha
      naaaaaaaaaaaa! Dormo!
      Ti aspetto Max1

      Elimina
  12. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  13. Si sedette sul divano col personal sulle ginocchia.
    Finalmente un po' di pace. Nessuno tra i piedi, silenzio, la coca fresca accanto e..... pace, appunto!
    Però qualcosa non andava. Lo schermo del pc pareva vivere di vita propria. Prima di uno strano colore rossastro, ora era pieno di stringhe di codice che continuavano a scorrerle davanti agli occhi senza fermarsi. E non lo aveva ancora acceso.
    Improvvisamente, parole di senso compiuto comparvero in mezzo alle stringhe insieme ad un brontolio strano che parve uscire dallo schermo. Parole incomprensibili..… come se fossero in un’altra lingua.
    Si avvicinò al monitor per leggere ed ascoltare meglio e…..cercò d'ingrandire al massimo l'immagine
    Qualcosa di meglio ottenne, ma non era ancora sufficiente per poter decifrare quella serie di lettere che apparivano.
    Si ricordò di una potente lente chiusa in un cassetto e, armatasi di essa scrutò quei segni cercando una chiave oer decifrarli.
    Notò che alcune lettere emanavano un piccolo riflesso e le trascrisse. Infine usando il mettodo Crittomacchina ROT13, finalmente, alle 5 del mattino riuscì ad avere la chiave di lettura di quel messaggio criptato :
    FPRZB PUV YRTTR che, decriptato, la portò a questa scritta
    " scemo chi legge "

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cri... ma non ti ho risposto? Ma son proprio rimbw!
      Vedi che nessuno si offende?

      Elimina
  14. Carissima Patricia oggi è una di quelle giornate strane in cui non coincide niente, ho scritto il mio pezzo per Inseme raccontiamo, ovviamente ho sforato con le parole, ho corretto il testo e ho cercato dei contatori online, sono tutti d'accordo nel non essere d'accordo, il primo sostiene che le parole sono 310, il secondo, 297 e il terzo 303, il quarto non lo apro perché ho l'impressione che potrei continuare all'infinito. Detto ciò ti lascio il mio finale e aggiungo che da me, quando riuscirò a pubblicare, troverai anche la versione non corretta. Un abbraccio !

    Si accorse che in alcune delle stringhe che seguivano i termini di senso compiuto c'erano delle lettere sottosopra: A - N - P - S - G - R - L, il brontolio invece ripeteva i vocaboli scritti; digitò sulla tastiera del PC la sequenza di lettere, lo schermo si riempì nuovamente di caratteri senza senso, pensò di aver dato l'ok per l'uccisione di quella piccola creatura tecnologica che per tanti anni era stata la sua memoria, allungò la mano per prendere il bicchiere di coca e rimase di sasso, sul vetro si leggevano delle parole, corse a prendere uno specchio e lo mise davanti al computer, la serie indecifrabile di segni era un messaggio scritto al contrario e diceva: - « Sono in pericolo, la mia copertura è saltata, ho bisogno di supporto immediato. Chiunque riceva questo messaggio contatti l'AISE, il mio nome in codice è spaghetti all'amatriciana. »
    Sgranò gli occhi e si mise a ridere, qualcuno voleva giocare con lei, si alzò e andò a innaffiare le piante, aprì l'acqua, guardò il muro e richiuse l'acqua, prese le pagine bianche, cercò il numero dell'AISE e lo compose, appena sentì la presenza di un interlocutore prese fiato e senza pause disse: - « Non sono pazza, non sono ubriaca e non mi drogo, ho ricevuto un messaggio da spaghetti all'amatriciana che chiede il vostro supporto immediato. »
    L'uomo che stava all'altro capo del telefono riattaccò.
    Ritornò a innaffiare le piante, cenò e si addormentò davanti alla T.V.
    Il mattino seguente fu svegliata dal campanello, assonnata si infilò le pantofole e andò ad aprire la porta, un immenso mazzo di fiori copriva il fattorino che le disse: - « Questi sono per lei. " Li prese, salutò, richiuse la porta, li poggiò sul tavolo e lesse il bigliettino d'accompagnamento: - « Sono vivo perché lei ha creduto in me, grazie da spaghetti all'amatriciana. »

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bello!!!!
      Magari le persone fossero così disposte a mettersi in gioco per uno sconosciuto!
      Bravissima e... per il numero di battute o di parole non ti preoccupare. Non sono così fiscale. Poi, sinceramente non mi metto lì a contarle :)
      Bacio e grazie!

      Elimina
    2. Sono tutti arrabbiatiii, oggi più che altro si è disposti a scagliare fulmini e saette :-). Grazie Patricia e grazie Marina, un abbraccio!

      Elimina
    3. Eh, sì! Arrabbiati e senza un briciolo di pazienza!
      Grazie a te Sciarada

      Elimina
  15. Immagine e incipit interessanti, le faremo sapere :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Attenderò con ansia un vostro gradito riscontro, signor PiGreco
      😆😆😆

      Elimina
    2. Pubblicato proprio ora :D

      Elimina
    3. Pg!!!!!! Ma dormire????????????? ahahahhaahhaha
      Mi fa piacere che tu pensi a me e al giochetto però non è che poi mi chiedi i danni per insonnia dovuta allo stress di IR??????? ahahhahahahaha
      Vengo subito a leggere!
      Bacio e grazie!

      Elimina
    4. A quell'ora? Naaaaaaaaaaa.
      E poi specialmente in questo periodo, dormire è un lusso per me, quantomeno riesco a sfruttare la frescura della notte ;)
      Non preoccuparti per i danni, al massimo potrei richiederti un risarcimento in prodotti culinari :D

      Elimina
    5. Carbonara??????????????????

      Elimina
    6. Qualsiasi cosa purché casalinga :P

      Elimina
    7. L'orto non lo guardiamo più ma in cucina... diciamo che me la cavo :)

      Elimina
  16. Ho appena pubblicato Pat :)
    Se hai voglia di leggere il mio finale sai dove sto di casa nel web XD
    Sempre bello partecipare.
    Sto caldo però mi ammazza!
    Bacio
    Marina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Arrivoooo!
      Oggi sono di nuovo incasinata ma a leggere vengo,
      Ciaooooo

      Elimina
  17. Ciao Patricia, ci sono anch'io. Contagiata dal monitor impazzito e dalla tua scrittura fantascientifica.
    Il mio racconto lo trovi qui: https://sevuoiunavitadasognodormi.blogspot.it/2017/06/insieme-raccontiamo-22-px.html
    Ciao Patty,tornerò a leggere il tuo finale e gli altri racconti nel tuo riepilogo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bene! Son contentw che anche tu soffri di finalite 😂😂😂😂😂
      Arrivo!
      Bacio

      Elimina
    2. Anna Maria questo mese si è davvero superata. Bellissimo!

      Elimina
  18. Eccomi, per fortuna sono ancora in tempo.
    Un abbraccio!

    Ti lascio il link dove poter leggere il mio racconto:
    https://ofeliapride.blogspot.it/2017/06/insieme-raccontiamo-22.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ofelia ma lo sai che ti avrei aggiunto comunque 😊
      Strega sì ma buona 😄😄😄
      Già letto il tuo finale, commentato e aggiunto al riepilogo.
      Un bacione e grazie.

      Elimina
  19. Ci sono anch'io, sul filo di lana, ma ci sono. Ecco il link al mio post:
    http://ivanolandi.blogspot.it/2017/06/insieme-raccontiamo-22-il-viaggio-premio.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Letto e apprezzato però adesso datti da fare :) Scrivi la continuazione ahahahahhaahh

      Elimina
  20. Ecchimeeee: http://massimilianoriccardi.blogspot.it/2017/06/insieme-raccontiamo-edizione-22.html
    Mou belin 😄😄😄

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E menomale se no arrivavo col battipanni 😂😂😂😂😂

      Elimina