venerdì 13 ottobre 2017

I commenti fanno bene al blogger


Chissà quanti blogger avranno già parlato prima di me dei commenti ai post e chissà quanti avranno detto la stessa cosa!

                I commenti fanno bene al blogger

Permettete però che anch’io dica la mia :)
Visto che nessun blogger scrive solo per se stesso altrimenti terrebbe un diario personale e segreto, i commenti fanno piacere perchè significa che chi ha letto ha qualcosa da dire in proposito.
Certo! Possono essere negativi, violenti, divertenti, ironici, sensati, fuori tema, cortesi oppure offensivi o… 
Escludiamo subito quelli violenti ed offensivi che a mio parere vanno eliminati immantinente (oddio! Si usa ancora questa parola???) Tutti gli altri servono. Anche quelli negativi? Certo! Perchè leggendoli si capisce prima di tutto se si sta facendo un buon lavoro o no e poi perché così nasce (dovrebbe nascere) un dialogo civile che mette in luce problemi e manchevolezze da ambo le parti. Insomma, una sorta di chiarimento riguardo a…

Ci sono poi commenti che lasciano felicemente attoniti.
Capita quando si posta un articolo e il lettore ci vede altro e molto di più di quello che intendevamo noi come autori.

A me è capitato parecchie volte ma in questi ultimi giorni in questo mio POST ne ho trovato un altro che mi ha fatto riflettere.

Partiamo col dire che sapete benissimo che io non mi considero né poetessa né scrittrice. Piuttosto una donna che ama giocare con le parole e finalmente può farlo. Nonostante la non più verde età. O forse proprio per la non più verde età scrivo quello che mi passa per la testa senza crearmi troppi problemi. Non vado a limare i miei versi. Come nascono nella mia testa finiscono sul blog. A me piacciono così! Perdonate l’immodestia! Ahahahah

Ecco! Nel post di cui parlo io avevo pubblicato una poesia sull’autunno nel basso Piemonte, zona in cui sono nata, vivo e probabilmente morirò visto che da buona piemontese bugianen (che non si muove) non ho troppa propensione ai viaggi.
Coi miei versi volevo presentarvi quello che è l’autunno piemontese per me, coi suoi profumi, gusti, colori. Il suo clima freddo e nebbioso. Autunno che odio perché mi fa pensare al caldo che se ne è andato, all’umidità, alle nebbie continue, alla neve che verrà e io vorrei andare in letargo. Autunno che però amo proprio per quei profumi e sapori e colori che sa donarci alla grande.

Scrivendo la poesia ho anche fatto riferimento al cielo autunnale, alle costellazioni estive che tra poco non vedremo più e a quelle invernali che stanno salendo e si renderanno a poco a poco visibili.
Ed è qui che un lettore, Une autre vie, scrive a commento: Una stagione portata in un universo più vasto aiuta a vivere?
Non si offenda Une autre vie perché la mia non è assolutamente una critica. Anzi! E’ un ringraziamento pubblico!
Significa che con i miei piccoli versi ho espresso inconsciamente un concetto ulteriore a quello che io volevo.
Significa che il discorso da me iniziato con la poesia può essere più ampio e ricco.

Resta il fatto che dopo aver letto il commento, ho riletto la poesia, ho riflettuto e mi sono resa conto che il discorso di Une Autre Vie ci sta tutto. Che la sua interpretazione fila. E’ personale ma fila.
Significa non chiudere lo sguardo sui colori di una stagione ma di osservarli nell’interezza dell’universo. Terra e cielo insieme, non divisi. Intimità con se stessi e col mondo.
Significa forse anche riappropriarsi di quanto abbiamo intorno senza diventarne padroni.
Significa respirare un respiro più profondo e soddisfacente. Rasserenante.

E come ho risposto io a Une Autre Vie, “ Non so se aiuta veramente ma credo che aiuti a crederlo.
E scusate il gioco di parole!
Patricia

37 commenti:

  1. Cara Patrizia, questo tuo post, parla veramente chiaro, un blog non può esistere senza commenti, è giusto che coloro che passano di esprimere il loro parere, per me quei blog solitari che nessuno commenta li vedi sterili, ma la causa è di loro stessi, perché si sono chiusi nel loro guscio senza mai uscire ad visitare gli altri blog e dire la sua.
    Ciao e buona giornata con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ed hai senz'altro ragione Tomaso!
      Può capitare quel post che non ha commenti. Magari è un post "sbagliato", mal fatto. Ma gli altri... qualche commento deve esserci altrimenti non è blog...
      BAcio stella!

      Elimina
  2. E' vero, i commenti fanno piacere, a me piace lasciarli nei post altrui e mi piacerebbe riceverli ovviamente....ma combatto col tempo sempre stretto, o in alternativa ritorno insonne
    bacibaci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Azzurrocielo.
      Se il blog è pubblico vuol dire interazione. Se non ci son commenti l'interazone non c'è!
      Oddio... può capitare di non aver nulla da dire o non saper cosa dire. Ma non sempre :)
      Il tempo ristretto... da una parte mi lamento perchè non riesco afare tuto quello che devo e vorrei 100 ore in più al giorno. Dall'altra penso che 24 sono già troppe! :)
      Ciaooooo

      Elimina
  3. Si, si dice ancora immantinente. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahhahahahahaha menomale! Perdincibacco!!!! ahhahaahh

      Elimina
  4. I commenti sono un confronto indispensabile col resto del mondo e io mi ci incazzo da bestia quando non trovo risposte ai miei commenti.
    Riguardo i tuoi versi su ottobre, ricordo la mia risposta -io ce l'ho con Ottobre perché dopo viene Novembre e vedrai a Novembre quello che ti tiro addosso!!!-ma ricordo anche il commento di questo Une autre vie, che mi lasciò un attimo perplesso. A quest'ora questo è ancora sbronzo? pensai, ma poi allungai lo sguardo oltre il taccagno orizzonte che mi stava davanti e ci vidi na sforbiciata di luce. Però sta "via differente" quasi ci previene e ci scodinzola davanti. Mi sono immaginato il tizio, corrusco sotto un cappuccio da monaco che iperscruta orizzonti diversi dai miei soffiandone via la polvere dagli angoli. Forse è un genio, ma se nun m'arimbarza lo lasceremo vivere. Nun me s'è arimbarzato. Allora lassamolo vive sto pensatore occulto.
    Ciao Beatr...ops...Pat.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alla prima riga... infatti io non ti rispondo mai ahhahaahha

      Quanto al commento di Une autre vie, io sono stata sincera nella mia risposta. Non so se è un genio. Non so nemmeno chi sia però il fatto di avere uno sguardo più ampio, di aver letto qualcosa in più di quello che io volevo dire è una bella cosa. Ripeto, interpretazione personale ma da rispettare perchè in fondo anche le nostre esperienze di vita, il nostro modo di vivere la vita ci condiziona ed essendo diverso da persona a persona ci mostra aspetti differenti.
      Può essere qualcuno che segue filosofie di vita diverse dalla mia e per questo vede "oltre".

      Ciao Ciantin!

      Elimina
  5. L'ho scritto proprio ieri su un blog "tecnico" che seguo: i commenti sono preziosi. Preziosissimi.
    Addirittura ci sono situazioni dove i vostri commenti sono più completi del post che ho scritto io stesso.
    Sono confronti, idee, spunti per altri post.
    Abbattono barriere.

    Sui colori: noi tendiamo a ragionare "a blocchi", forse sbagliamo, ma la vita è fatta anche di momenti scanditi...

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sulla prima parte del tuo commento ti do ragione al mille per mille. E' uncontinuo confronto che fa bene a tutti... per lo meno a chi vuole accettare questo confronto e non si ritiene superiore agli altri :)

      Sulla seconda parte credo che di questi momenti scanditi abbiamo anche necessità perchè ci scandiscono un "ritmo", ci danno dei punti fermi.

      Elimina
  6. Confermo l'importanza dei commenti per un blogger commenti non banali e costruttivi e di confronto. Capita ed è vero, che ci siano commenti che sviscerano ancora di più il tema del tuo post o toccano emozioni forti ed importanti. Quindi commentate gente, commentate :-)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto! In fondo quando si scrive si ha senz'altro un'idea ma poi la personalità del lettore, la sua preparazione culturale, la sua storia personale, gli possono far vedere cose alle quali non si era pensato scrivendo. La diversità di veduta, pensiero, stato d'animo che arricchisce blogger e lettore.
      Logico che questo scambio di opinioni, sempre se corrette e beneducate, sia importante. Forse si chiama anche fare blogging :)

      Elimina
  7. Un blog senza commenti è come un libro senza lettori ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto! A cosa serve? A nulla, solo come valvola di sfogo personale

      Elimina
  8. Mi ricordo di quando la bravissima insegnante di lettere alle medie ci fece analizzare L'infinito di Leopardi..."Infinito è anche il tempo ciclico che si ripete continuamente, l'avvicendarsi delle stagioni, che racchiudono l'universo della vita che muore e rinasce". In sostanza la stagione stessa è un universo, e tu l'hai colto! Forse non c'entra niente, ma quando ho letto la tua riflessione ho pensato a questo ^_^
    Maris


    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bella riflessione vi fece fare, giusta!
      C'entra col commento di cui ho parlato, quindi...
      un abbraccio

      Elimina
  9. I commenti sono come le recensioni per gli scrittori: se non ci sono, un po' tanto fa male, anche perché se scrivi (blog o libri è uguale) lo fai perché vuoi farti leggere.
    Fa parte del gioco!
    Molto bello il commento di cui parlavi, è profondo e apre nuovi spazi.
    In ogni caso immantinente si usa, io l'ho usato nel romanzo "Nel mio nome"!
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero! Se nessuno commenta non sai nemmeno se qualcuno legge.
      A me ha fatto piacere proprio perchè d riflessione personale mi ha fatto tornare a rileggere ciò che avevo scritto e,si, penso proprio che ci stia. Uno sguardo aperto, un leggere tra le righe

      Elimina
  10. Bellissimo post e confermo: senza commenti, un blog è tutto solo :-)
    Baci!!!

    RispondiElimina
  11. Ciao Patricia, post molto interessante! Io leggo (quasi) sempre ma a volte non commento perchè vado di fretta e mi propongo di farlo in un secondo momento, ma poi me ne dimentico e mi dispiace ma...sarà l'età, perciò faccio ammenda!
    Un abbraccione
    Carmen

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Faccio altrettanto io Carmen. A volte si ha fretta,a volte non si sa cosa dire. Piuttosto di scrivere scemenze visto che ne dico già tanto preferisco tacere. Parlo per me, ovvio.
      Poi se è una cosa che non mi interessa anche veloceme.
      Questa mia riflessione e nata da un commento che non mi aspettavo e mi ha fatto pensare.
      Nessuno colpevolizza nessuno 😊
      bacio stella

      Elimina
  12. Ciao Patricia... passavo di qui per salutarti ed intenzionata a partecipare questa settimana al tuo venerdì di poesia: speravo in uno spunto ed invece ho trovato questo post! I commenti sono importanti come feedback per l'autore, a condizione che siano reali, pertinenti al contenuto del post e non fondati esclusivamente su una logica di scambio. La reciprocità esiste in tutti i rapporti umani: tutto ciò che non è reciproco si spegne più o meno velocemente ed è ovvio quindi che sia così anche per i pensieri e le riflessioni espresse nel rispettivi blog, ma il commento a mio avviso deve essere vero, fondato su di un interesse reale per il contenuto e/o il blogger. Il commento non è una moneta di scambio: se a me non interessano la cosmesi e la moda per esempio, trovo che non avrebbe senso costruire commenti insulsi di pura cortesia a chi ha commentato il mio blog, né credo che abbia senso emarginare quei blogger che commentano poco gli altri per la paranoia di star offrendo più di quanto si riceve, anche se l'altrui indifferenza a volte può urtare e farti sentire svalutato... Non sono certa di essere riuscita a spiegarmi con chiarezza, ma è così!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sfinge.
      Domani pomeriggio ci sarà il post per LAPOESIADELWEEKEND. #ABBRACCIO. Per il venerdi di poesia sulla community AMAMIPIÙCHEMAI non ho visto nulla oggi.
      Se vuoi partecipare mi fai felice.
      Quanto a questo post,la penso come te. Se un post non mi interessa per l'argomento trattato non commento. I commenti o le visite di scambio, quei commenti in cui in fondo è scritto vieni a trovarmi a questo link non mi piacciono troppo. La prima volta ci vado ma non è detto che ci torni. Dipende.
      In un commento si può anche fare una battuta se il post permette. Certo che se si va abitualmente fuori tema si rompe un po'.l'interesse poi deve essere reciproco. Ci si incontra bene quando ci sono interessi in comune. Nemmeno io vado su quelli di beauty ad esempio e mi ero stufata di sentirmi dire in una community ma bisogna condividere. Ma se non condivido o non mi interessa? Che senso ha.

      Elimina
    2. Ho trovato ora il tema per il venerdì di poesia de community AMAMIPIÙCHEMAI. #unmondodite.
      Penso che lo farò domani.

      Elimina
    3. Mi piace di più #abbraccio... facciamo quello? ma non vedo il tuo post...

      Elimina
    4. Ho sbagliato la programmazione :)) fosse la prima volta! ahahhah
      Libera di scegliere quello che vuoi. :)

      Elimina
  13. Ero rimasto un po' indietro con la lettura dei post (non solo qui) e non avevo ancora letto "Ottobre". Una composizione davvero molto bella e il "passo cosmico", come ha già fatto notare qualcuno, è il suo apice.
    Ancora una volta, posso solo inchinarmi al cospetto della poetessa Patricia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non solo tu Ivano tranquillo. 😊
      Ti ringrazio dei complimenti. Il passo cosmico.. forse mi è riuscito perchè ho sempre la testa fra le nuvole 😊
      la poetessa ringrazia lo scrittore 😊

      Elimina
  14. Non ho letto il post di cui parli, rimedierò.
    Credo che i commenti ai post siano linfa preziosa per noi blogger.
    Anche le critiche, se postate durante un confronto onesto, sono un aiuto indispensabile.
    Purtroppo, come ovunque, c'è anche la cattiveria gratuita.
    Fa male, ma possiamo fare in modo di liberarcene per sempre.
    Basta pochissimo, si arriva diretti e si distrugge.
    Io ho imparato a fare anche questo e ora che ci riesco, sto molto meglio.
    Un bacio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Indubbiamente sì,Mariella. Tutto è utile per migliorarsi. Per capire cosa fare o non fare, come comportarsi e come non comportarsi. Come dici tu però la cattiveria untanto al chilo aumenta sempre. Forse invidia, gelisia, senso di inferiorità. Non so dire. Certe volte verrebbe anche la voglia di infilare le mani nello schermo e mollare uno sberlone al/alla tizia.
      non è questo il caso però. Anzi il commento mi ha fatto piacere. Riflettere. Guardare più attentamente le mie parole per valutarle diversamente.

      Una volta l'ho persa anch'io la pazienza. Ma anche l'amore universale predicato dal tipo/dalla tipa con me ha un limite 😊
      bacio a te!

      Elimina
  15. I commenti fanno sempre piacere, inutile raccontarsela. Da quando ho ristrutturato il mio blog, sono triplicati. Anche le critiche sono benvenute, io mi considero fortunata perché finora non mi è capitato nessun disturbatore della quiete pubblica... o troll come si dice. Tutte persone simpatiche come te, Pat! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Cris!!!!!
      Mah.. ti dirò che grandi disturbatori per fortuna nemmeno io.
      Per ora e spero di non averli chiamati ahahah
      I commenti sì, sono l'anima del blog. Sono quelli che ti dimostrano che qualcuno ha letto cosa hai scritto. Anche negativi se non coerenti e corretti. Perchè no? Nessuno è infallibile.
      Diciamo più che altro che non sempre si può leggere e commentare tutto. Altre volte invece si legge e non si commenta perchè non si sa cosa scrivere o perchè quello che si è letto non interessa.
      Bacio stella!

      Elimina
  16. Mi ricordo la poesia, ma non so se ho commentato :P
    Era bella. Leggo molti di voi, poi non ho tempo di commentare, mi riprometto di ripassare e finisce che mi dimentico :D
    C'est la vie!
    Bel post, ed è vero quello che dici: i commenti sono linfa per noi blogger.
    Baci
    Marina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Marina, come dicevamo prima n on è obbligatorio il commento. E' un piacere leggerlo, sì.
      D'altronde il tempo è quello che è e se dovessimo... parlo per me che è meglio. Se dovessi leggere tutti i blog a cui sono icritta e commentarli un giorno non mi basterebbe.
      Poi, mettiamo anche che certi blog parlano di cose che non mi interessano quindi...
      Ciaooooooooooooo

      Elimina
  17. Sulla poesia non mi pronuncio, perché non sono quello che suol dirsi un'amante del genere, ne leggo poche e mirate, ma la tua, adesso, corro a leggerla.
    Sui commenti, invece, mi pronuncio eccome, perché sono d'accordo con te, sono l'anima dei nostri blog: sai che brutto quando visito blog altrui che non ne prevedono? Come dire: leggimi e ciao. Invece, per me, è leggimi e parliamone insieme. Mi piace interagire, mi piace partecipare alle discussioni, dire la mia e, naturalmente, sono contenta quando ricevo la stessa attenzione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo so, sei da prosa tu!!!!!
      E appena riesco mi dedico anche al tuo libro, mannaggia!!! Ne ho millemila lì.. uff!
      Un blog senza possibilità di commentare? Brrrrr... a che serve un blog così? Bloggare non significa forse confrontarsi, scambiarsi pareri e opinioni, chiacchierare, discutere?
      De gustibus... come ha scritto ARiano nel suo ultimo post :)

      Diciamo che è piacevole prestare attenzione e riceverne. Certo che poco per volta si evidenzia la sintonia con determinati blog e allora quelli si seguono di più. Essendoci sintonia però si è anche seguiti, tempo permettendo.

      Elimina