venerdì 3 novembre 2017

Lacrime

Mia nonna diceva che piangere fa venire gli occhi belli.
Sarà... ma quando ti prosciugano l'anima anche gli occhi patiscono.
Patricia



          https://pixabay.com/en/feather-drop-soft-water-feathers-2571777/

34 commenti:

  1. Se si piange per migliorare la situazione, allora sì. Se si piange senza rimedio, per disperazione, allora hai ragione...

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando si piange solo per disperazione è solo uno sfogo umanissimo. Peccato che io non mi ricordi come si fa a piangere🤐
      piangere per ottenere invece.... che nervussssss! Non li sopporto i piagnoni comodoni, quelli che son convinti di risolvere o ottenere tuttocondue lacrime

      Elimina
    2. Le lacrime di comodo, sono lacrime finte come le persone che le generano.

      Elimina
  2. Quando si ha l'anima prosciugata, non si hanno più lacrime da versare.
    Marina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo di poterti dire con certezza che l'ultima volta che ho pianto è stato a fine aprile del 1988. Poi non ci sono più riuscita.
      Secca, come dici tu. Asciutta. E forse non mi farebbe male sfogarmi così una volta....

      Elimina
    2. Un blocco legato ad un evento. In questo caso le lacrime sarebbero un ritorno alla vita per te.
      Un abbraccio.
      Marina

      Elimina
    3. Evento terribile, si... 🤐

      Elimina
  3. non ho mai pensato di piangere per ottenere qualcosa con "duelacrime"... credevo negli anni di aver pianto tutte le lacrime che avevo e invece ce ne sono ancora infinite

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me fanno venire i nervi quelli che con due lacrime credono di poter ottenere ciò che vogliono... grrrrr
      Siamo all'opposto allora, :) Io non credo di averne più a disposizione.

      Elimina
  4. Quando il pianto non è consolabile l'anima non è già più qua.
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E quante volte l'anima, il cuore si frantumano! Troppe nel corso di una sola vita

      Elimina
  5. Piangere è qualcosa di molto intimo, le lacrime esposte in pubblico non servono a molto. Poi, personalmente, penso che col pianto non si rivolse mai nulla quindi meglio rimboccarsi le maniche!
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. diciamo che il pianto può essere uno sfogo. STancante magari ma uno sfogo come un altro.
      Poi, il modo di esprimere il proprio dolore è motlo personale.
      Di certo dopo aver pianto o al posto di... rimboccarsi le maniche è il modo migliore per continuare a vivere e migliorare

      Elimina
  6. Piangere fa bene alla congiuntivite. Io uso un collirio che fa lacrimare. Dio mio è impossibile piangere.
    Eppoi, una lacrima sul viso è un miracolo d'amore :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lacrime declinate in mille modi ahhaahhahah

      Elimina
  7. il dolore da qualche parte dovrà pur uscire...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo di sì. C'è chi piange, chi bestemmia, chi spacca un piatto, chi scappa...

      Elimina
  8. E poi arriva il giorno in cui non hai più lacrime da piangere.
    Un abbraccio grande.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A quel punto si fa quello che ha scritto Franny. Ci si rimbocca le maniche e si agisce.
      Bacio

      Elimina
  9. Se ti prosciugano l'anima a volte non si ha neanche più la forza per piangere, credo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì! Lo credo anch'io. Si diventa come un fiume in secca che vorrebbe avere acqua che scorre ma non ne trova più

      Elimina
  10. Cara Patrizia, i nostri nonni, ci anno lasciato molte cose belle e sagge che ci servono!!!
    Ciao e buon fine settimana con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I nonni sono importanti per i bimbi. Sono insegnamento, compagnia, gioco
      BAcio

      Elimina
  11. #LACRIME

    Tu non devi mai piangere
    figlio mio,
    tu non puoi piangere
    perché sei un Balilla;
    tu non devi piangere
    perché sarai un uomo e gli uomini
    non piangono mai,
    gli uomini non sentono dolore,
    gli uomini hanno vergogna
    di piagnucolare
    come femminucce
    e tu che diventerai un uomo
    non potrai mai piangere,
    mi hai capito, figlio mio?
    Sì, papà, io non piango
    e tu lo hai visto
    ieri quando sono caduto dalla
    bicicletta, ho visto tutto
    rosso e blu, ma non ho fatto
    una lacrima.
    E tu lo hai visto
    il mese scorso all'ospedale
    quando mi è enuta l'infezione
    al dito medio della mano
    sinistra e il medico
    ha detto che dovevano
    togliermi l'unghia
    "Tanto tu non piangerai,
    vero? Che tu sei
    un Balilla",
    e mi ha strappato l'anima
    che non veniva mai via
    l'unghia, ma io
    non ho versato
    nemmeno una lacrima.
    Ecco, bravo, figlio mio
    avanti così.

    A queste parole pensavo
    quell'inizio del mese
    di settembre del
    millenovecentosettanta,
    quando il prete benediva
    la sua bara, che io e mio fratello
    avevamo portato in quella chiesa
    insieme ai nostri due cugini.
    "Non devi piangere perché
    tu diventerai un uomo"
    e non potevo, papà,
    piangere davanti a tutti
    e stavo lì impalato
    come un vecchio pioppo
    ma dentro di me
    urlavo tutto il mio dolore, papà,
    dentro di me scorrevano
    tutte le mie lacrime
    come un fiume in piena.

    VINCENZO IACOPONI MALAVISI

    ***
    Su certe cose non scherzo mai, Pat.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che dirti Vincenzo? Hai espresso con una poesia un dolore profondo, un senso di vuoto e una malinconia sempre presenti nonostante gli anni trascorsi.
      Grande!!!!
      E no, su certe cose non si può scherzare.
      Bacio, amico mio

      Elimina
  12. Ci sono le lacrime versate per sentimentalismo, e quelle probabilmente fanno bene. E poi ci sono quelle versate per dolore: il problema non sono loro ma il motivo che le ha causate...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Piangere per commozione è quasi un piangere col sorriso.
      piangere per dolore è uno sfogo ma sfianca. E purtoppo non risolve il problema

      Elimina
  13. Ho bisogno di piangere disperatamente e non ci riesco..non risolve il problema ma ti fa tornare la lucidità necessario per affrontarlo, almeno, per me è così :) un bacio grande!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Serena, non so se piangere da lucidità ma di certo è uno sfogo. E ne avrei bisogno anch'io in certi momenti....
      Bacio stella!

      Elimina