giovedì 7 dicembre 2017

IL CALENDARIO DELL'AVVENTO 2017 DI SCIARADA


Con questo post partecipo all’iniziativa del 


     CALENDARIO DEL’AVVENTO 2017 

                               di SCIARADA SCIARANTI




Ecco il POST DI SCIARADA con cui ci ha invitato a partecipare.

Ed ecco la mia partecipazione.


Dallo spazio che non ha inizio né fine
Dalla luce abbagliante che non ferisce lo sguardo
Nel luogo dove la notte non esiste né la si teme
Dove il tempo non scorre ma resta
Dove il tepore riscalda anima e cuore ma non soffoca
Giungerà tra poco.
Nel freddo dell’inverno
Al solo tepore di alito animale e amor materno
nascerà un Dio Bambino.
Amore ci darà
e per l’Amore la sua vita.

Non sarà sempre facile ricordarselo
perché la memoria umana è come foglia in balia del vento.
Alcuni proveranno, altri no.
Ma nonostante questo,
che sia un Buon Natale per tutti.
Patricia


ps e domani  trovatevi tutti qui perchè io passo la parola ad Elettra del blog  http://elettra-admaiora.blogspot.it/

29 commenti:

  1. Se è un calendario... Buon Anno non buon Natale...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No Anna. L'avvento è il periodo che precede il Natale e termina il 24 dicembre.
      Per l'anno nuovo abbiamo ancora tempo 😊

      Elimina
  2. Cara Patrizia, mi fa piacere vedere che sei pure dalla cara Sciarada, complimenti!!!
    Ciao e buona giornata con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Tomaso! Ma vuoi che manchi proprio io??. 😃😃😃😃
      Bacio stella

      Elimina
  3. Complimenti, Patricia, sei stata molto brava e questa poesia mi è piaciuta moltissimo !!! Un saluto

    RispondiElimina
  4. Complimenti cara Patri... ne hai una per ogni giorno, stagione, accadimento, persona! E questo ti fa grande artista. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Robi.
      Mi chiamano prezzemolo apposta 😄😄😄
      Bacio

      Ps troppi buona!

      Elimina
  5. Bellissima... Grazie. Buon Avvento!

    RispondiElimina
  6. Patricia bella con la tua poesia hai saputo rendere tutta la bellezza del viaggio che dall'inconosciuto giunge alla manifestazione dell'Amore con un bagaglio di contenuti acquistati in itinere che offrono la possibilità di riconoscerlo e di introiettarlo.
    Un grande abbraccio, grazie e buon Natale anche a te!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Sciarada!
      Un bacione e alla prossima.
      Buon Natale

      Elimina
  7. Buon Avvento Patrizia e bellissima la tua poesia...quest'anno mi sono persa la stupenda iniziativa di Sciarada 🙁mi rifarò l'anno prossimo.
    Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie infinite clelia.
      Bacio. Ricambio gli auguri

      Elimina
  8. Bella la poesia sei bravissima, buon Avvento e buon Natale!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per il passaggio di testimone!!!

      Elimina
    2. Grazie a te Elettra.
      buon Avvento

      Ps bel nome. Mi piace!

      Elimina
  9. Bella e sentita la tua poesia per il calendario d'Avvento. Posso copiarla per il mio blog natalizio? Se non ne hai piacere non mi offendo di certo.
    Buon Avvento.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie infinite Sari.
      fai pure! È piacere mio. Mi fai anche pubblicità 😉😊😊😊😊
      Buon Avvento a te!

      Elimina
  10. Sarebbe molto facile e politicamente appagante aggiungersi alla lista degli doratori che credono fermissimamente in queste feste, ma se lo facessi dovrei rinnegare me stesso e ciò in cui ho sempre creduto: che cioè non ci sia niente di vero in questa come nelle altre religioni, che esprimono un solo desiderio, che la vita non finisca in un salto nel buio più assoluto in un misero attimo. Eppure io me ne sono fatto una ragione e vivo la vita che ho avuto la fortuna di vivere in confronto ai milioni di possibili fratelli che avrebbero anche loro meritato di esistere e non ce l'hanno fatta.
    È una favola bella basata sul credo, sulla fede in qualcosa -qualunque cosa- che ci garantisca questo colossale benessere post mortem.
    Mi addolora deluderti ma questo è l'uomo che tu consideri amico, e vorrei tanto farti contenta, come farei contenta Pia e Mariella e Cristiana e Marina e Marta e Ofelia e Luz e dio mi scampi se ne ho dimenticata una, ma per farlo dovrei mettermi la testa dentro un sacco e non essere più coerente con me stesso.
    Mi spiace gente, veramente, ma così è e resta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ti devi dispiacere Vincenzo. Ognuno di noi è libero di credere o non credere.
      Io personalmente ho una visione molto personale dell'aldilà. Penso che qualcosa ci sia ma non so ancora come si chiama.
      Il credere alla nascita di Cristo per me è più una metafora. Credo si in un'entità superiore ma sono convinta che sia una forza universale costituita dagli uomini e donne che piu non ci sono, da noi e da chi verrà dopo di noi. La forza interiore dell'uomo in sé. La sua essenza più forte.
      Che lo vogliamo chiamare Dio, Allah, Buddha o con qualsiasi nome conta poco. È l'idea, la ragione. È un senso di appartenenza ad un gruppo che ognuno ritiene speciale e superiore agli altri. Ed è questo che non mi piace. L'idea di essere i soli nel giusto.
      L'uomo però ha necessità di credere in qualcosa per trovare la forza che a volte non trova in sé. Se chi crede ne trova giovamento ne son felice. Io ho partecipato volentieri come già lo scorso anno e spero il prossimo perchè mi piace il Natale, l'idea in sé e perchè mi porta a rivivere momenti stupendi di quando ancora c'erano persone che ormai non ci sono piu.
      Ciao vincenzo

      Elimina
  11. Una comune amica mi disse una volta che le feste sono una riverenza alla memoria del passato che sentiamo nostro per nascita e per vissuto, segni di interpunzione che delineano uno scritto di parole altrimenti perse e confuse nel marasma rintronante del quotidiano. Mi ha convinto e non è distante dal senso della tua poesia. Buon Natale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Negus reale, la nostra comune amica ha ragione. Le feste come memoria del nostro passato più antico. Memoria che non va persa ma tramandata.
      Grazie Negus, buon Natale a te!

      Elimina
  12. La memoria umana è come una foglia in balia del vento:vero,Patrizia,ma cercherò di ricordarlo,Belli i tuoi versi.buon Avvento.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Chicchina.
      In molti cerchiamo di ricordare e seminare questo ricordo. Non tutti però.
      Buin Avvento

      Elimina